Get Adobe Flash player
Home I luoghi Glenveagh - Co. Donegal

Glenveagh - Co. Donegal

 

Nel cuore del Glenveagh National Park, sulle rive del Lago Veagh, sorge l'omonimo castello. Fu costruito in stile neogotico nel 1870 da John Adair, ricchissimo texano,la cui moglie, Cornelia, è l'ideatrice e realizzatrice degli splendidi, rigogliosi giardini circostanti. Il castello fu poi di proprietà di un professore e storico dell'arte, Arthur Kingsley Porter, e successivamente fu acquistato dal miliardario americano Henry Macllhenny, che lo cedette poi allo Stato. Se vi piace camminare, lasciate la macchina al solito Visitor Centre ( peraltro simpaticamente organizzato per un veloce snack) e incamminatevi lungo le rive del lago verso il Castello. Il tragitto è di circa una mezz'ora, semprechè non vi fermiate con troppa frequenza per scattare foto. Per chi lo preferisce, esiste in stagione un servizio navetta a pagamento, in partenza presso il Visitor Centre.
La visita al Castello è guidata, tenete conto che l'arredamento interno è quello originale: piuttosto gradevole, anche se i colori pastello fanno assomigliare alcune stanze ad una bomboniera. I bagni sono curiosi, anche perché corredati da quadri rappresentanti atletici efebi Greci scarsamente dotati (mah, de gustibus…con quel che segue!). Tra le altre particolarità: una bilancia, su cui il proprietario faceva pesare gli ospiti in arrivo ed alla partenza (l'incremento ponderale segnalava un giusto apprezzamento della cucina in luogo) ed un specchio all'altezza dei piedi, perché le dame potessero controllare che la "pettycoat" - cioè la sottoveste - non pendesse dalla gonna (quando la guida vi fa la domanda " a cosa serve questo specchio?" voi potete dare la risposta corretta; non si vince niente, ma si fa una gran bella figura col resto del gruppo, e si fa felice il vostro mentore irlandese, grande amante dell'Italia da quando vi ha trascorso belle vacanze sul Lago Maggiore …).
Al termine della visita, dopo esservi rifocillati dalle fatiche del quiz con una bella fetta di apple pie alla "cafeteria" del castello, vi consigliamo caldamente di seguire i vialetti che vi portano alla scoperta del magnifico giardino, dove un esplosione di colori e fioriture vi lascerà piacevolmente abbagliati. Il cottage del giardiniere è di per sé stesso un gioiellino: nella sua raccolta intimità non ha niente da invidiare al Castello (un tantino pomposetto, data la provenienza yankee del suo primo proprietario).
Il Monte Errigal (750 m. di altezza, la più alta vetta del Donegal) si staglia nettamente contro il paesaggio circostante ed è meta di escursionisti ed amanti del trekking. Il sentiero segnalato che parte dalla strada del crinale a sud-est vi porterà sulla vetta, da dove, nelle giornate limpide, potrete vedere quasi tutto il Donegal e buona parte dell'Ulster. All'apparenza coperto di neve, il chiarore della cima è invece dovuto alla composizione geologica della roccia.